lunedì 20 settembre 2010

LAVARSI CON LA FARINA

Donna che fa il bagno di Degas


Una sera di giugno ho preso appuntamento con Stella, altra bergamasca che si prodiga in una interessante e stimolante cucina di cui mi sono appassionata e da cui prendo molti consigli.
Durante una carinissima cenetta presso un ristorante bio in provincia di Bergamo, questo, mangiando una pizza gustosa e scoprendo una birra che, insolitamente, mi piace, si discuteva di ricette culinarie, film e prodotti bio per la pulizia della casa e della persona. Tra questi discorsi, e tra le mie varie sorprese e scoperte interessanti, una particolarmente mi ha toccata. Sono venuta a conoscenza dell'utilizzo delle farine per detergersi. "'na meraviglia"!
Non appena rientrata a casa mi sono subito messa innanzi al computer cercando in internet qualche notizia in più per approfondire maggiormente l'argomento.
Ho sbirciato, e consiglio di farlo anche a voi, qui, qui, qui, qui e qui.

Una novità così bio, facile ed innovativa vuoi che non la provo subito?
Il giorno dopo ero già sotto la doccia con la mia cocottina piena di farina.

Sono ben due mesi che mi lavo solo con le farine e, visto la comprovata validità, ho deciso che era il momento di rendere onore a tale mia scoperta bio.
Per quanto concerne i vari perché le farine detergono e quanto fanno bene alla nostra pelle vi rimando ai link indicativi (sono molto più dettagliati di quanto lo potrei essere io e vengono pure da voci più esperte).
Io mi limito a elencarvi le farine ed il loro metodo di utilizzo.

La farina oo lasciatela perdere, io ho provato pure con quella, ma è evidente che "non sa da fà!"

Le farine consigliate sono:
farina di rido                       - leggermente esfoliate, è quella che preferisco
farina di avena                    - lascia la pelle morbida (tenetela chiusa in un contenitore ermetico con
                                                                                qualche chiodo di garofano)
farina di grano saraceno      - esfoliante
farina di ceci                       - il suo odore può non piacere a tutti
farina di mandorle               - piacevolmente profumata


Come utilizzarle:
- per lavarsi le mani basta mettere la farina (o un mix di farine) in un dosatore dello zucchero e tenerlo a portata di mano sul lavandino (grazie Stella per il pratico consiglio che permette di utilizzare la giusta quantità di farina e di non bagnare o perdere quella restante). Dopo esservi bagnati le mani versate un pò di farina su una mano ed iniziate a sfregarle bene come con un normale sapone. Sciacquate ed il gioco è fatto.

- per la doccia basta mettere un pò di farina in una cocottina, unire un pò di acqua formando una pappetta e portarla con voi in doccia. Bagnatevi ed utilizzate la pappetta come un bagnoschiuma sfregandola su tutto il corpo. Non conservate la pappetta che avanzate, seccherebbe.


Lavarsi con la farina permette di non inquinare perché è completamente naturale e biodegradabile. Essendo le farine contenute in buste di carta il loro utilizzo fa si che diminuiscano i rifiuti (niente contenitori di plastica rigida da smaltire). I costi sono limitatissimi perché la farina, seppur bio, costa molto meno e rende molto di più.

Provateci e vi troverete soddisfatti...

16 commenti:

  1. Mi stai aprendo un mondo nuovo!!! vado subito a sbirciare i link che hai segnalato!

    RispondiElimina
  2. ma grazie per la citazione! :-) sono sempre contenta di far proseliti quando si tratta di ecologia...
    e sono felice che ci siamo conosciute :-)

    RispondiElimina
  3. Un post più interessante dell'altro! Ma grazie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Questa non la sapevo...ma son felice d'averla scoperta!
    Grazie Sorriso, buona serata♥

    ♥ Maddy

    RispondiElimina
  5. Ciao Sorriso, nemmeno io lo sapevo grazie sapevo della farina00 se aggiungi acqua diventa colla per chiudere la carta forno quando fai il pesce al forno, mi attira la farina del pizzocchero, provero grazie buona serata, baci a presto rosa

    RispondiElimina
  6. interessante.....non ne ero a conoscenza.

    RispondiElimina
  7. ma pensa te... questa non la sapevo :D

    RispondiElimina
  8. Ma è davvero interessante,mai sentito nulla del genere e mi sembra anche abbastanza pratico!!Grazie!!!

    RispondiElimina
  9. grazie per i preziosi consigli... prendo nota!
    Buona Giornata
    Terry

    RispondiElimina
  10. Interessante! In effetti della farina di avena lo sapevo, ma chissà perchè non ho mai provato... a volte le abitudini ci fagocitano. Interessante anche il consiglio del dosazzucchero...

    RispondiElimina
  11. ma pensa te!!!questa si che mi è vermente nuova!!!=) interessantissssssssimooo davvero!!grazie mille per la notizia a presto baci vale

    RispondiElimina
  12. Ciao Sorriso ! E' un piacere anche per me conoscerti ! Il tuo blog è pieno di bella energia e anche questa storia della farina che deterge ! Incredibile ! Sei proprio una scoperta, continuerò a seguirti sicuramente ! Tramite te ho visto anche il blog di Stella che mi sembra espertissima di cucina salutista ! Grazie e ..a presto !

    RispondiElimina
  13. Ciao Sorriso, molto interessante , da provare !

    A presto :)


    Marica

    RispondiElimina
  14. Ma che carino questo blog, detergersi con la farina è veramente interessante. Mi ricordo che quando avevo i bimbi neonati il mio ostetrico mi ha consigliato di mettere una manciata di avena nell'acqua del bagnetto. Ciao ti verremo a trovare spesso. Baci Simona e Claudia

    RispondiElimina
  15. Ciao, passo da te per il blog hop del venerdì e anche perché mi farebbe un immenso piacere se partecipassi al mio nuovo contest a premi:

    http://ricette-golose-e-light.blogspot.com/2010/09/contest-premi-cibo-bizzarro-made-in.html

    RispondiElimina
  16. Ciao io uso la farina di grano saraceno da quasi un anno e devo dire che toglie subito l'odore di sudore, cosa che non sempre fanno i docciashiuma!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails