lunedì 18 giugno 2012

COLLUTTORIO... UNA RICETTA PRATICA E RAPIDA



Non mi sono mai piaciuti i colluttori. Quei colori verde o blu mi davano l'impressione di essere solo una gran quantità di colorante buttato in un barattolone (perché sempre pure di grandi dimensioni sono le confezioni).
Ricordo inoltre un intervento di tanti, tanti anni fà...in realtà non è che son poi così vecchia... diciamo di alcuni anni fà... di Beppe Grillo, una di quelle sue serate in cui, in bilico tra il comico e l'attore attivista, faceva spettacolo nei vari palazzetti italiani. Tra le molteplici informazioni di variegato genere che forniva nelle sue serate, per lo più ritenute da me interessanti, vi era pure quella sulla composizione del colluttorio. Spiegava quindi che i soldi che si spendevano per comprare acqua colorata potevamo utilizzarli per altro. E quindi, mi dicevo, la mia sensazione era giusta!?!?!!

La scorsa settimana Lui ha avuto un problemino con i denti. E' iniziato a sbucare un altro dente del giudizio. Come tutti sanno sono denti che quando fanno capolino in bocca cercano di farsi sentire.
C'è chi mi ha raccontato di dolori attroci. Io ammetto di essere stata più che fortunata in merito ai mei 4 dentoni.
Il dolore per Lui era abbastanza accettabile ma qualche problemino lo dava comunque, ad esempio una limitatissima apertura della bocca. E così, come ogni volta che Lui sta male, mi chiede: non puoi darmi qualche rimedio dei tuoi?".
E', si! Io quando stiamo male mi metto a ricercare tra i miei libri la ricettina "magica" e voilà vado di esperimento. Fatto sta che dopo un cataplasma di argilla in faccia, mi serviva anche altro.
Ho pensato all'ottimo TEA TREE ed ai suoi poteri.
Nasce così il colluttorio di tea tree che, in seguito al problema dente del giudizio mi ha permesso di tornare a documentarmi in merito a questo olio rileggendo il libricino che descrive i suoi usi e proprietà, qui ho scoperto che è importantissimo per la pulizia giornaliera del cavo orale, aiuta a combatte benissimo la placca.
Così, nonostante io non sia mai stata un'utilizzatrice di colluttorio, eccoci a sciacquarci la bocca ogni sera utilizzando acqua e tre tree versati come sempre in un boccettino riutilizzato (meglio se sterilizzato in acqua bollente).
Il gusto, che ai primi due risciacqui può sembrare fortino a causa dell'intensa profumazione dell'olio essenziale, al terzo utilizzo risulta di già essere più gradito al nostro palato.

1 commento:

  1. Ben detto, pensato e fatto!!! L'altro giorno di ho pensato perchè sfolgliavo un bel libro che ho e che ti piacerebbe... Scegli ciò che mangi di Anna Villarini. Magari lo conosci già! ...ha anche il libro una lista degli addittivi alla fine, spiega ciò che sono e se tossici ma la tua cmq è uno tascabile e poi suddivisa meglio, per tossicità, più pratica! Bacioni!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails