mercoledì 17 ottobre 2012

LIEVITO MADRE E MACCHINA DEL PANE: ABBINAMENTO POSSIBILE!


E' tornato il lievito madre!!! E' festa grande!!!
Così, inaspettatamente, senza tanta organizzazione e tanti preparativi ecco rientrare nella mia cucina il tanto amato lievito!
Parlando, o meglio scrivendo via mail, ad un membro della mia Banca del Tempo rapidi pensieri e consigli in merito al suo nuovo lievito madre, ho buttato la proposta, data la sua difficoltà di utilizzare tutto il suo lievito rinfrescato, di prenderne un giorno un pò io. Detto fatto, alla prima occasione, prima serata di riunione del  gruppo, mi ritrovo innanzi un bel vasetto contenente il mio nuovo lievito bollicinoso.
Felicissma di ospitarlo tra le mura di casa mia!
Sarà un'impresa tenerlo vivo ora! Come più volte ho detto lavoro tutta la giornata, i post in cui si parla di lievito madre sono stati fatti in un periodo in cui io ero una felice casalinga, ed un conto è rientrare la sera ed azionare la macchina del pane con il lievito secco già pronto, un'altro conto è pensare che la sera prima devi "dar da mangiare", come dice il mio carissimo amico Nicola, al lievito, ed il giorno dopo provvedere ad impastare, lasciar lievitare, ri-impastare, ri-lasciar lievitare, cuocere. Direi che non è proprio la stassa cosa!
 
La prima cosa che ho fatto una volta a casa con il mio barattolino prezioso è stato recuperare le mie istruzioni per rinfrescarlo. Qui, proprio quelle fornitemi da Nicola alcuni anni fà.
In seguito ho subito cercato istruzioni valide per panificare con la macchina del pane. Qui.
 
Una volta trovato ciò che mi serviva mi son detta "perché no?!?! Fino a che dura, dura!!!" :D
 
La sera del rinfresco, giorno prima della panificazione, ho preparato tutti gli ingredienti necessari per la panificazione già divisi in differenti contenitori. La mattina seguente mi sono svegliata solo 10 minuti prima del mio solito ed ho pesato il lievito ben lievitato durante la notte e messo tutti gli ingredienti già pronti nel cestello della macchina del pane. Ho azionato la funzione impastatrice per circa 15 minuti, il tempo della mia colazione, spento tutto e lasciato li a lievitare con tutta la pazienza che voleva. Io nel frattempo sono andata al lavoro per le mie 8 ore, più mezza per andare e tornare, (faccio il continuato). Una volta rientrata a casa ho visto una favolosa lievitazione :D Bellooooo!!!
Ho nuovamente azionato la macchina con la funzione impastatrice per 2/3 minuti. A questo punto ho nuovamente scollegato la macchina e lasciato riposare il mio impasto. Saranno passare altre tre ore.
Quando la lievitazione ha permesso di vedere una bella pagnotta alta ho azionato la funzione cottura che dura poco più di un'ora. Ho sfornato questo bel pane, un pò acidulo ma gustosissimo, bello asciutto al suo interno e con una crosta croccante esternamente.
 

Vi lascio gli ingredienti:
600 gr. di farina rimacinata (io sono fissata con questa! potete fare anche 400 gr di farina 0 e 200 gr di altre farine)
300 gr di lievito madre
350 gr di acqua
2 cucchiaini di sale
2 cucchiaini di zucchero.



 
 

2 commenti:

  1. grazie per la ricetta ...tu parli di p.m. solida ,usando p.m. liquida mi sai dire le proporzioni ?
    anticipatamente ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! sai che non ti so rispondere?! Non ho mai avuto la p.m. liquida e quindi potrei supporre ma non essere certa. Io farei delle prove partendo dal peso di questa ricetta ed in base al risultato aumentando o diminuendo. Vi sono molte bloggher che hanno la p.m. liquida, ti consiglio di provare a capire da loro quali sono le differenze nella lievitazione.
      un Sorriso...

      Elimina

Related Posts with Thumbnails